19 novembre 2009

Festival di Sanremo 2010, bilancio della 60esima edizione



Terminata la sessantesima edizione del Festival di Sanremo è tempo di bilanci e di commenti.

Diversamente dagli ultimi anni, questa volta hanno proprio vinto i favoriti: lo strambo trio formato da Pino Daniele, Gigi D’Alessio e Massimo Ranieri ha ottenuto una valanga di voti. Forti dei rispettivi, diversi e numerosissimi fan i tre cantanti, fino ad ora ritenuti inconciliabili, hanno spopolato con un pezzo che non è certo un capolavoro ma che ha un’orecchiabilità irresistibile, non c’è che dire.

S’è discusso molto sull’introduzione delle canzoni in dialetto e ora sappiamo che questa edizione 2010 verrà ricordata come la prima - probabilmente l’unica - in cui il Festival della Canzone Italiana viene vinto da un brano cantato in napoletano.

Che smacco per i leghisti! Davide Van De Sfroos e il suo trascinante folk-rock bergamasco comasco si sono infatti piazzati solo al secondo posto. Sul podio in terza posizione un brano in italiano (ma con qualche inserto in inglese) firmato da Zucchero, autore del ritorno di Mietta che esce con un disco di rivisitazioni dei classici dell’Adelmo nazionale.

A grande sorpresa il Premio della Critica “Mia Martini” è stato assegnato all’esordiente Marco Mengoni, vincitore della terza edizione di X-Factor e presente tra i Big per contratto.


Il giovane scapigliato dallo sguardo inquietante colpisce e conquista un po’ tutti con le sue straordinarie doti interpretative, arrivando a commuovere anche i critici più tosti: a lui è andata l’unica standing ovation della Sala Stampa.

Come spesso accade, poi, gli eliminati dalla gara saranno da tenere d’occhio: sono loro quelli con i pezzi più interessanti e che potrebbero riscattarsi sul lungo periodo.

I migliori sono stati comunque - senza dubbio - Daniele Silvestri, tornato con un brano di forte denuncia e impegno sociale e Maurizio Lauzi con il bellissimo inedito di papà Bruno.

Tra i giovani intanto ci sono piaciuti particolarmente gli Ariadineve, un po’ fuori contesto ma decisamente di qualità. E poi Dente, originale sul palco e strepitoso dietro le quinte dell’Ariston nel rilasciare interviste contraddittorie e semi-deliranti a cui molti giornalisti hanno abboccato senza rendersene conto.

Per il resto il livello degli esordienti è stato decisamente basso, tra inutili scarti di talent-show e voci adatte al massimo a qualche pianobar. Compresa la vincitrice, giovane mostriciattolo con un timbro vocale e una vittoria in tasca decisamente inadatti alla sua tenera età.

Appuntamento al prossimo anno… che, per quanto se ne dicano di tutti i colori, Sanremo continuerà a travolgerci, volenti o nolenti, ancora per molto, molto tempo.

P.S. per i lettori distratti
Questo post è stato scritto e pubblicato il 19 novembre 2009 ovvero tre mesi prima dell'edizione di cui si è parlato. Ah, non si tratta di un fake... ma di una previsione (o preveggenza?) ;-)

17 commenti:

Aiencran ha detto...

Ahah Mitico!!!!! Gran bel post!

fasti5 ha detto...

Vuoi vedere che fanno come gli scorsi anni, ossia quando tutti credevano vincesse il favorito di X Factor invece vinceva sempre l'altro che non era andato in ballottaggio.
E in questo caso purtroppo il nome corrispondente a ciò è GiulianoRaucedine.

Tico Palabra ha detto...

Aiencran: grazie :-)

fasti5: ma sai che ci ho pensato anch'io?! Speriamo di no!

Barbara ha detto...

Solo una postilla...Davide Van de Sfroos non è leghista, ma soprattutto...non è bergamasco!

Tico Palabra ha detto...

Grazie Barbara!
Bergamasco m'è sfuggito... ma so bene che Van De Sfroos non è leghista, il senso che volevo dare è che la Lega avrebbe preferito lui al trittico napoletano :-)
Tutto scritto in modo assolutamente scherzoso, ovviamente!

Morena ha detto...

si va bene hai fatto il pronostico ma che mi dici dell'ultima puntata di x-factor? è successo un casino parlamene!

Agy ha detto...

:-)
grande. Quest'anno ci andiamo a fare una birretta?

Tico Palabra ha detto...

Morè, riassunto sintetico del momento clou: Silver s'incarta, piange, le regazzine + le mamme e forse pure le nonne lo votano in massa e in ballottaggio ci tornano le Yavanna che Morgan misteriosamente salva e manda a casa Paola.

Agy, intendi in Sanremo town? ;-)

Morena ha detto...

Grazie, lo sai che ti amo :-)

Tico Palabra ha detto...

Morè: e tu lo sai che la cosa è reciproca?! ;-)

Anonimo ha detto...

Dicci ti rpego chi sarà la giovane mostriciattolo che vincerà???

Giada ha detto...

ci dici chi è la giovane mostriciattolo che vincerà? e poi da xfactor vincerà Giuliano..guardate lìgli autori di ruvido cosa hanno scritto ultimamente e capirete perchè andrà lui...

Tico Palabra ha detto...

Giada: ma vuoi dir che........
:-O
:-D

giada ha detto...

non so niente per carità ma gli autori di ruvido sono anche quelli di L'amore si odia di noemi..credo sia tutta una bella combriccola..senza contare che noemi, veronica scopelliti, è figlia di un consigliere di forza italia...e qui mi zitto!

giada ha detto...

non so niente per carità ma gli autori di ruvido sono anche quelli di L'amore si odia di noemi..credo sia tutta una bella combriccola..senza contare che noemi, veronica scopelliti, è figlia di un consigliere di forza italia...e qui mi zitto!

Anonimo ha detto...

A parte i giovani che non so ancora chi siano... di Big non ne hai beccato uno! Mi spiace molto perchè non vedevo l'ora di vedere di nuovo Mietta sul palco! Aggiungo una cosa... quando ho letto il tuo post mi sono preoccupato... ho creduto di essere impazzito! Divertente idea!

Tico Palabra ha detto...

Ho azzeccato Marco Mengoni in tempi non sospetti... per il resto, si, la realtà supera di gran lunga la fantasia! ;-)